E poi

E poi arriva Luglio. Un mese che non ha mai giocato a tuo favore.
Arriva Luglio, un mese che hai atteso praticamente ogni giorno per giorni. E poi è diventato un mese che non volevi arrivasse più; saltare a pié pari 31 giorni e andare ad Agosto.
E poi passi dal sorriso alla malinconia e viceversa dal malumore alla risata. Più facilmente di come sei sempre stato abituato a fare.
E poi lo stomaco ti si chiude, e fa male a volte, e vorresti chiudere invece gli occhi per non vedere o sentire. E invece ti costringi a guardare, a indagare, a riflettere perché è solo questo che penso ti possa far andare avanti e darti la convizione che è l’unica strada percorribile, che è l’unica che ti può portare a destinazione, una qualunque. E poi potresti anche accorgerti che lungo la strada che stai percorrendo possano essere presenti nuovi passaggi, stradine, ponti, vicoli estremamente interessanti. Dal primo all’ultimo.
E’ proprio quello che desideri.
Però quella sensazione resta e non riesci a cacciarla.
Non adesso. Magari fra qualche minuto…
Annunci

Informazioni su marcoangels

«Sono sempre stato il maestro di me stesso.. ..e devo confessare che sono sempre stato anche il mio allievo preferito.»
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a E poi

  1. Simona ha detto:

    E no non puoi fare arrivare agosto così presto! A parte la battuta sai.., il tuo stato d’animo descritto rispecchia un po’ il mio, spero che la strada da Te scelta sia quella giusta 🙂 Ti lascio una song CIAO MARCO a presto!

  2. miononnoincarriola ha detto:

    Maggio e luglio sono i miei due mesi preferiti.

  3. Strana la vita.
    Avrei potuto scriverlo io.
    Uguale o quasi.
    Probabilmente per motivi diversi. Ma la sensazione è la stessa.
    Che dire? Metà è passato. Forza e coraggio.

  4. marcoangels ha detto:

    A volte non so nemmeno se è un bene che passi così in fretta in realtà… Mi sa che adesso stacco il cervello 5 giorni e via. Non 4 e non 6!

I commenti sono chiusi.